Radio Migranti

UN INCONTRO SPECIALE CON PADRE LORENZO MATTIUSSI, MISSIONARIO SAVERIANO

Il racconto di un friulano che decide di andare a fare il missionario in Brasile.
Classi Quarta e Quinta della Scuola Primaria di Orsaria
Anno scolastico 2010/2011 – Insegnante Pezzarini Martina

Descrizione dell’esperienza
In uno dei percorsi tematici svolti durante le ore di Insegnamento della
Religione Cattolica abbiamo scoperto l’importante mandato missionario affidato
da Gesù ai suoi Apostoli: “Andate in tutto il mondo e predicate il mio Vangelo
ad ogni creatura” (Vangelo di Marco 16, 15).
L’argomento ha interessato molto i bambini e ci ha dato l’occasione di
accogliere l’invito di nonno Aurelio a conoscere un simpatico missionario
saveriano e sentire dalla sua viva voce come ha realizzato, anche lui, nella
sua vita questo mandato di Gesù ed è “partito” a portare la Sua Parola in un
paese lontano come il Brasile.

Metodologia
L’incontro è stato preparato conducendo, alla luce dell’itinerario svolto, un’
attività di gruppo in cui i bambini si sono confrontati sulle reciproche
curiosità che volevano scoprire della sua missione, le motivazioni che hanno
spinto Padre Lorenzo a diventare missionario, le emozioni provate…
Da questo scambio molto ricco,  i bambini hanno scelto alcune domande da porre
al Padre durante il suo intervento.

Padre Lorenzo è un missionario molto simpatico, allegro, gentile e ascoltare
le sue parole è stata un’esperienza emozionante e interessante.
E’ salpato da Genova con la nave Augustus il 17 gennaio 1974 provando insieme
nostalgia per l’Italia che stava lasciando, ma anche un grande entusiasmo
perché nel suo cuore diceva. “Signore, vado in Brasile a spezzare il pane della
tua parola”.
Padre Lorenzo ha operato in vari ambiti: liturgico, catechesi, aiuto ai poveri
con le conferenze di San Vincenzo de’ Paoli.
Le persone brasiliane sono molto accoglienti, ospitali, rispettose, povere, ma
con una bontà nel cuore e una gentilezza unica che conquista.
Gli indios per vivere vendono oggetti della loro arte: cestini, frecce,
cappelli, martelli.
Ogni Domenica del mese viene dedicata ad un particolare aspetto della vita
cristiana: catechesi, famiglia, carità…La Domenica della carità è chiamata
anche Domenica del chilo perché tutte le persone portano da casa in Chiesa una
borsa ( il chilo appunto) con riso, radicchio, fagioli e altri generi e,
durante l’offertorio, la depositano sull’altare. Al termine della Santa Messa,
queste borse vengono offerte a tutti i poveri della parrocchia.
Ci ha colpito sapere che alcuni bambini vivono in condizioni di estrema
povertà, devono già lavorare per procurarsi il cibo e non possono andare a
scuola.

Con l’aiuto della lavagna interattiva multimediale Padre Lorenzo ci ha fatto
vedere molte foto sulla bellezza del Brasile: vegetazione lussureggiante,
cascate meravigliose, tramonti bellissimi, la terra rossa, animaletti tipici
molto furbi che non perdono l’occasione di addentare e portare via le borse ai
turisti per cercare cibo.
Ci ha anche insegnato delle preghiere e canzoni bellissime in lingua
portoghese.

Abbiamo scoperto, attraverso la testimonianza del suo personale progetto di
vita, il valore dei doni che Dio ha elargito a ciascuna persona per un impegno
responsabile nel mondo.
Dopo l’incontro, i bambini di entrambe le classi hanno espresso, attraverso
riflessioni personali e di gruppo, vivo apprezzamento per la vita missionaria
di Padre Lorenzo e sincera gratitudine per la disponibilità che ci ha donato.

Strumenti e mezzi
Telecamera gestita direttamente dagli alunni. Microfono per registrare
intervista anche su garageband. Lavagna Interattiva Multimediale .

Tempi
L’attività si è svolta durante più incontri in orario scolastico. Lungo e
laborioso il lavoro di montaggio.

Presentazioni

Il video non è mai stato presentato.

Tutoraggio
Fedele Giuliana

Condividi e diffondi questa pagina:
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Add to favorites
  • Print
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • Tumblr