Radio Migranti

GT RADIOMIGRANTI Campus 8 aprile 2011

GT RADIOMIGRANTI ovvero, come documentare in presa diretta un evento, raccogliendo fonti documentarie di tipologie diverse.
Laboratorio del GT Campus Radiomigranti.
Location: Istituto Bonaldo Stringher di Udine.
Tutor del laboratorio: Giuliana Fedele
L’obiettivo dei partecipanti al laboratorio era ambizioso: realizzare una trasmissione giornalistica sull’evento in atto, dal reperimento delle fonti documentarie, al montaggio del GT stesso.
La Redazione giornalistica è composta da cinque persone, poche , ma motivate e decise a portare a termine la missione: Anna, Beatrice, Frieda, Marilena e Giuliana. Il tempo a disposizione non è molto , l’organizzazione e la suddivisione di ruoli e compiti  sono fondamentali.
Ci viene subito in aiuto lo schema internazionale delle 5 W.  Decidiamo di reperire tutte le fonti documentarie necessarie a  rispondere in maniera esauriente ed articolata a: WHO?  WHY?  WHEN? WHERE? WHAT?
Ci organizziamo, Beatrice è la nostra reporter sul campus a lei toccano le riprese dei diversi laboratori che si stanno svolgendo.  Anna e Frieda, lavorano sulle fonti documentarie relative all’evento, Marilena con precisione, individua le persone coinvolte e le figure di spicco presenti e struttura le possibili interviste.
Raccogliamo il materiale via via che l’evento, nell’arco del pomeriggio e della serata, si va sviluppando e seguiamo le seguenti fasi:
FASE I - Catalogazione dei materiali relativi alla notizia da sviluppare, si organizzano in una scheda, le diverse tipologie di fonti reperite: fonti documentarie, siti di riferimento, servizi filmati, immagini, interviste.
FASE II – Prima stesura della notizia secondo lo schema delle 5 W. Il materiale viene organizzato e si procede all’elaborazione di un primo “canovaccio” della trasmissione. Si scelgono i contenuti più significativi e si operano le prime sintesi per lanci e titoli.
I contenuti così strutturati costituiranno l’ossatura della nostra notizia.
FASE III – Si decidono le location per le riprese legate a lanci ed interviste, non sono casuali e mirano a dare allo spettatore ulteriori informazioni sul Campus. Teniamo presente che le immagini possono raccontare molto e non è neccessario sprecare parole là dove tutto è già chiaro.  Abbiamo la necessità di essere sintetici ed efficaci, il nostro GT non deve durare più di 5 minuti.
FASE IV – Si strutturano le interviste e i relativi lanci ad occuparsene è Frieda. Marilena si dedica alla cura dei titoli e dei sottopancia.
FASE V – Non abbiamo il tempo di strutturare un vero e proprio clock della trasmissione procediamo così costruendo le sequenze del nostro GT direttamente su iMovie (software di Mac per il montaggio video) che ci permette di controllare l’ordine e misurarne i tempi dei diversi contributi.
FASE VI – Mentre la nostra inviata Beatrice continua a filmare le varie cose che succedono al campus ( le vengono date le nozioni di base per una scelta “razionalizzata” delle riprese, in modo da fare molto montaggio già in macchina e non ritrovarci con troppo materiale da visionare), il resto del gruppo compone in base alle clip video che si vanno ponendo in sequenza, i sottotitoli, le voci fuori campo, e i lanci necessari a introdurre i vari momenti.
FASE VII -  Resta solo il tempo per gli ultimi ritocchi in fase di montaggio, e spettano a me. La mia redazione mi abbandona travolta dall’arrivo di Mario Mirasola.
…ma termina il campus ed è pronto il nostro GT!
Penso che non sia niente male e che documenti in modo completo l’evento.
Grazie ad Anna, Marilena, Beatrice, Frieda che si sono cimentate in un’esperienza che richiede sì tante competenze diverse, ma soprattutto la voglia di provare e di mettersi in gioco.
Vorrei che rimanesse loro il desiderio di approfondire e la voglia di sperimentare coi loro alunni.
Grazie a tutte:

Giuliana Fedele
 

Condividi e diffondi questa pagina:
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Add to favorites
  • Print
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • FriendFeed
  • Tumblr